Racconti dalla costumanza

[La novità non allarma che chi sogna la realizzata uguaglianza: il nero del cieco che guarda dietro l’assolutamente legato.]

in ricordo di T.

a B.

a M.

IL BARBAINO SENSITIVO

Un epirota visita una mostra di arte contemporanea. Tutti i presenti si complimentano con l’artista; nessuno che dica contrario. L’epirota, incuriosito, si sforza di vedere oltre il quadro, tirandosi il mento a destra e sinistra.
Il pittore, finalmente libero dalle bave arlecchiniche, si avvicina al visitatore estraneo e, vista la sua perplessità, chiede: “Cosa vede in questo quadro?”. “Vedo un culo poggiato su un tallone.”. “Ma come si permette?!”.
L’artista non era un barbàino sensitivo.

LA MORTE DI NAPOLEONE

Mazzarronello partecipa alla verniciata di una mostra. E’ il compleanno dell’artista. Mazzarronello, divertito, strapassa tra gli arlecchini, straparla. Poi, levatasi di torno la bruma, rimase, tonante, l’espressa domanda: “Auguri, chissà chi è più importante, lei o Napoleone?”.

LA SOSTANZA

“Prendo sempre mazzacani in testa, da una vita.Bum bum bum bum. Sono stanco. Ho cinquantadue anni, i capelli bianchi, non una famiglia se non pietre alte grandi e minuscole sistemate sull’altare di casa. Passo davanti a un lampione e si spegne; mentre batto le pietre, invece, mi controllo, o qualcuno mi controlla. Tutto ciò che ho provato e sentito, tutti i morti di cui ho raccontato e che ho contato sono stati sempre dietro di me, sotto.”

[Angelo Rendo]

 
Pubblicato su carta a Settembre 2012 in La superpotenza, venti anni di poesie, scritti e traduzioni da G.Cornacchia e A.Rendo, ISBN 9788891027474

Annunci

[nuovo libro] LEGENDA – Fara Editore

E’ appena uscito LEGENDA, presso Fara Editore, volume che raccoglie le opere vincitrici del concorso “Pubblica con noi 2009”, aperto a sillogi poetiche e racconti. Trovate i dettagli della pubblicazione a questa pagina web: http://www.faraeditore.it/html/neumi/legenda.html .

D’accordo con l’editore Alessandro Ramberti, rendo pubblici in formato .pdf tre miei racconti (Ultimo giorno di televisione, Giovanni, Gioventu’), inclusi quale terzo classificato della sezione narrativa. Si tratta di materiale giovanile, risalente al 1996, ripescato dal cassetto apposta per l’occasione. Il file lo trovate qui: http://www.nabanassar.com/legendafara.pdf e spero gradiate.