Ecopoema – Angelo Rendo

Il poema compare alla fine
come una festa di leoni
in mutande sulle strisce pedonali.

Mentre Handke dice U.
Eco è un arrangiatore
e il cane ascolta
me leggere Esopo.

Annunci