LICENZA DEL CLASSICO – Angelo Rendo

A giugno sono venticinque, gli anni. Li compiamo in quindici, dei sedici che eravamo. Più di un quarto di vita passato, dopo il primo lento e senza luna. Di noi, uno solo è scomparso sul limitare del primo. Due i quarti compiuti; ora a metà.

Così, nel gruppo appena creato, i più, afferrati all’emoticon, si portano la mano vergognosa al viso, alcuni inneggiano alla Madonna, altri si fanno il segno della croce. C’è chi rimane senza parole, istupidito, e chi, dopo un’impennata di scetticismo, entra nel gregge, dal quale mai si esce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...