STRUNZU – Angelo Rendo

Mentre risistemavo e sfoltivo la libreria, è saltato fuori questo, stamattina. Dal nulla, lo spazio stretto fra libro e libro, è nato. Rinato. Eravamo diciassette in classe, l’anno scolastico era il 1994/95, l’ultimo. All’infuori di me, della qual cosa non ero evidentemente conscio, ben sette compagni, a quanto ho rivisto, compagne anzi (ché solo quattro i maschi), si espressero, al seguito della prima, a ruota, e mi dissero Strunzu, per salvarsi e farmi capro. Dirlo così STRONZO significa volersi bene. Ce ne volevamo, ce ne vogliamo. Poco fa ad alcuni di loro ho scritto BASTARDI, dopo avergli sottoposto la foto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...