A un compressore – MARIANNE MOORE (trad. Angelo Rendo)

Niente è per te

la parola senza l’attenzione.

Mezzo spirito, schiacci tutti
i frammenti in un’indistinta massa:
ci cammini, avanti e indietro, sopra.

Schegge scintillanti vengono schiacciate
fino al piano della roccia genitrice.
Non fosse “un’impossibilità
metafisica in estetica il giudizio
impersonale”, tu

potresti senza dubbio giungervi.

Quanto alle farfalle: non riesco affatto a immaginarne
una che si prenda cura di te; vano questionare
se esista, e possa completarti.

TO A STEAM ROLLER

The illustration
is nothing to you without the application.
You lack half wit. You crush all the particles down
into close conformity, and then walk back and forth
on them.

Sparkling chips of rock
are crushed down to the level of the parent block.
Were not ‘impersonal judgment in aesthetic
matters, a metaphysical impossibility,’ you

might fairly achieve
It. As for butterflies, I can hardly conceive
of one’s attending upon you, but to question
the congruence of the complement is vain, if it exists.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...