Salute e baci – Angelo Rendo

Come bisognerebbe smarcarsi dagli stilemi, o dagli infetti mitologemi – e non perché sia disonorevole stringerli al petto, placcarli, è solo una questione di affetto, o di soglie – spie che sporcano il foglio, un’opera, o uno scambio di opinione, così bisognerebbe anche scordarsi di emettere verdetti, o di servirsi di un punto di vista. A cosa ci si prepara, quando ci si esprime? Chi lo fa, di solito, prova a dar forma al governo delle volontà: a resistere e sistemare la propria parola in un mondo vorace!
Ma poi, come entra nel giro un innovatore? Non entra certamente chi si fa la corte. E non entra l’innovatore, nemmanco lui. Come può pensare di arrivare a redimere tutto il tempo ben impiegato chi non lo perse nel momento opportuno? E da cosa dipende creare attese, confermarle, o, infine, affondarle?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...