Su una partita vista ma non sentita – Angelo Rendo

Ho tremato a vedere la Juve vincere a Madrid. E nulla ho sentito per un’ora e mezza. Fotogrammi muti e minacciosi sono passati sul mio smartphone. Non un’azione persa. Trame, gambe alfabetiche, segni e punti anonimi, lucide e pure visioni di gioco.

Su questa stessa brace – pensavo – arde la poesia: nudi, muti e sordi assistiamo a un evento, che sembra non ci riguardi, che solo accade, e che mai ci riguarderà, così chiuso nella sua purezza, nella sua scatolina di luce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...