Nel dente del piastrone – Angelo Rendo

La porta rivelava un fondo. Il formato dell’una e dell’altro variavano sulla base delle lettere contenute nel dente del piastrone.

L’inizio attraversa un rifiuto, e rischia di esserne alimentato. A distanza di sicurezza dall’oggetto e dalla sua sostanza il giorno continua sulla terra la processione.

Il tempo che passa non può essere èdito. È un colpo di mano ad ammalarlo.

L’eccessivo è superficiale, riempie i suoi piani di fato, conta le dita partendo da sé, canta in parrocchia.

Annunci

One thought on “Nel dente del piastrone – Angelo Rendo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...