Atopia, o dell’invenzione del Fantacalcio – Angelo Rendo

Avevo un quadernetto. E un almanacco
di calcio.
E una penna, che ad occhi chiusi
sulla tabella dei risultati dell’anno
prima tiranneggiava.

Per ogni coppia di squadre
la penna dall’alto cadeva
su tondi o strambi numeri.

Squadre titolate contro squadre
persino dell’Interregionale.
Organici stravolti dalla penna.

E capitava che il Mascalucia giocasse
contro una Juve che nulla poteva.
O che il cannoniere di questa serie massima
fosse Albergatore dello Scicli.
Legnoso, scarso, scarto d’Avellino.

O che Baggio militasse in Calabria,
nella Rosarnese.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...