La lingua curiale – Angelo Rendo

Non sappiamo se ce la meritiamo questa vita, questo focolaio di parole in forma di stracci. Questo ad ogni costo andar contro o prender parte.
Stiamo divenendo pietre, e non ci sposterà più nessuno. Minerali, ciottoli lisci di fiume nelle spire di una dolce brezza o di un uragano.
E per quanto la triste curialità intervenga con le sue cerimonie, non c’è che quest’occhio abulico, che ha smesso di vedere e spento illumina le cime.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...