Poetica (3) – Angelo Rendo

In quel punto, lì, proprio lì – non temere – dove la strada s’allarga, lì, accanto al pantano posavano le anime della distrazione, giganti forti del loro fuoco.

(Appòggiati al muro, se ti gira la testa, o alla mia spalla, pingue regina, ti condurrò per altra trazzera; e non crederti speciale, non metterti in posa; se hai da stare ferma, è bene, ma non pensare chissacché, per esempio di poggiare su una corda tesa, quella, sì, proprio quella a cui guarda l’impettito specialista; tu bolli.)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...