Appunti dal buon senso senza senso (92) – Angelo Rendo

La gentilezza è un’arma. Spunta da ogni dove, lancia oblique occhiate, aggriccia le labbra, funesta rompe amicizie e stende neri drappi: indice che intima vergogna a cinquanta centimetri dall’occhio destro. E’ la gentilezza, questa, del moralista. Del moralista che crede che al limite estremo della tolleranza ci sia la cancellazione, la gabbia nella quale va a finire difilato chi non risponde ad un suo nobile gesto. L’ubbia di creatura infernale che gioca al ramino, pur di non prendere in mano il fucile. Ecco, tutta questa è brodaglia appresa. Chi impara è un moralista. L’altro è un troll.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...