Appunti dal buon senso senza senso (9) – Angelo Rendo

Un meccanismo compiuto non può che frammentare. Il romanzo cova sotto la linea del compiuto; e se questa manca, l’altro tace, e fa parlare. Il tomo grosso annulla quello smilzo; e la ciolla s’aggrappa allo scoglio.

4 pensieri riguardo “Appunti dal buon senso senza senso (9) – Angelo Rendo

  1. Non c’e’ gusto. Le sensibilita’ e le menti migliori, cosi’ come le sensibilita’ e le menti *peggiori*, non si occupano di poesia. Rimane lo sterminato ceto medio sempre piu’ impoverito (pensionati, studenti, disoccupati, impiegati pubblici, insegnanti precari, casalinghe, signore di mezza eta’, disperati di diversa risma, qualche curioso che non manca mai), vituperato anche da Linguaglossa & Abate.

    In parallelo, c’e’ Lagioia che vuole fare la rivoluzione violenta dopo aver fatto i TQ e millemila altre robe, forse si immaginava CEO di Mondadori a 40 anni o gia’ primo ministro. Boh. Io continuo a non vedere manufatti. Anche scavare e riempire buche, o fare e disfare la fossa come scrivi tu, sarebbe un movimento, seppur in tondo.

    Il bello di avere 40 anni e non pensare assolutamente alla propria mortalita’ e’ dunque questo? Il non avere alcuna collocazione nel meccanismo sociale e campare come viene, un po’ qua e un po’ la’, indifferente a tutto e causando sconcerto, risentimento in ogni incontro faccia a faccia? E’ questa una vita a meta’, tre mezze vite invece di una vita intera?

  2. Giuseppe, trovati un lavoro, qualunque esso sia e finiranno, vedrai, le tre mezze vite! Ciao, una buona estate, un abbraccio, Angelo.

  3. Il freelancing procede dignitosamente, la noia deriva da altro, chiamiamola solitudine intellettuale. Alcuni hanno messo su famiglia, altri si ritrovano con noie di salute, c’e’ chi ha problemi piu’ grossi di lui, diversi hanno mollato e non vogliono piu’ sentir ragione. Continuo a tirare e produrre le mie robe, va… le tre mezze vite a 40 anni sono tre quarti di vita l’una, visto che non tocca piu’ iniziare da zero. Buona estate anche a te e sempre in gamba! Gius.

  4. Davvero ti annoi? Ma come è naturale vivere lontano da sovraccarichi d’intelletto e da beghe! Tanti micromondi e mezze vite, ma una che sia una, uno che sia unico? Ciao, Angelo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...