Intronato

La falsa regalità osa mirare al fine della vita. I piccoli movimenti, le rifrazioni, la parola alata: l’inizio. Le terminazioni regie, stordite, non altro cercano che il loro freno. Il fiato mozzo apre una fessura, si corregge di continuo il misuratore, miserevole infamare il femminino.

Tutta questa sicurezza fa del cielo una pietra.

 

Pubblicato su carta a Settembre 2012 in La superpotenza, venti anni di poesie, scritti e traduzioni da G.Cornacchia e A.Rendo, ISBN 9788891027474

Un pensiero riguardo “Intronato

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...