Neda, i tuoi occhi ormai assenti

Neda, i tuoi occhi ormai assenti
guideranno il tumulto, la bandiera
sul ciglio della strada
segnera’ la via, non piu’ impossibile.
I fratelli deporranno le armi
scandendo il tuo nome innocente,
queste piazze vedremo, vedrai, piene,
silenziose come volevi.
Il cielo sara’ tutto verde,
noi nel mondo chiederemo con voi
che sia fatta la vostra volonta’.
Quando l’ultima benda nera
sara’ sciolta dal capo del guardiano,
Neda, rivivrai, in un fiore.

Annunci

Il giardino dei semplici – Gian Ruggero Manzoni e Andrea Ponso (I)

I

Cadevamo come mosche: ci prendeva, la vertigine, dalle gambe – poi, la spina dorsale: corallo, anello, polvere.
Come neve, la malattia lieve, sui dormienti continua il timpano e l’abside, dove il tempo si é spezzato – la grazia che prende il collo e si sparge, ragionando sull’immagine. Il corpo non raccoglie sperpero, il cane non lascia aloni, le farfalle si rifugiano nella testa, sfuriano nella loro bellezza e mi confondono lo sguardo: tornano quiete nel farfuglìo, portate dalle labbra alla corrente.

La voce spinta dall’enfasi porta il respiro – lo porta, fino a parole sfalsate, oltre le radure del vero – perché là porta il respiro.

dal volume IL GIARDINO DEI SEMPLICI, Ed. Gasparelli Artecontemporanea
dal volume IL GIARDINO DEI SEMPLICI, Ed. Gasparelli Artecontemporanea

Testo di Andrea Ponso, opera grafica di Gian Ruggero Manzoni; da http://www.nabanassar.com, inserimento del 12 Aprile 2003, che sara’ riprodotto in blog a puntate.

Lista Bonino-Pannella: appello al voto

“è incredibile che popolo che siete, davvero, vi amo, ce la faremo””. (Marco Pannella al Tg1 di oggi)

In 10 giorni siamo passati dall’1 al 3,3% grazie alle lotte democratiche che abbiamo condotto. Siamo a ridosso del 4%, per superarlo serve il tuo aiuto.

Marco Pannella e Marco Cappato hanno deciso di diffondere i risultati di un sondaggio come forma di disobbedienza civile, denunciando il comportamento di Berlusconi, che usa i sondaggi con arroganza per esortare al voto utile.
Un sondaggio fino a un paio di settimane fa dava la lista Bonino-Pannella all’1,1%. Lunedì scorso invece ci dava al 3%. Un altro sondaggio ancora più recente ci dà al 3,3%.

La notizia è che siamo l’unica forza politica in inversione di tendenza, passata dall’ultimo posto di qualche giorno fa, al 3% e oltre. Per questo Berlusconi e Franceschini ne hanno paura e continuano a fare appello al “voto utile”.

Ti chiediamo alcuni minuti perché c’è molto che si può fare ancora, se lo facciamo assieme.

Grazie a 638 militanti, compagni, amici, simpatizzanti in 5 giorni 79181 persone diverse hanno potuto vedere le immagini della nostra storia, quel che faremo ancora se ci darai la forza. Pensa quanti potremmo raggiungere se fossimo 100, 1000 volte di più ad inviare un messaggio ai nostri contatti.

http://www.radicali.it/invita

Scrivi anche una semplice dichiarazione di voto e inviala ai tuoi contatti utilizzando questo sistema semplice e sicuro per la privacy (lo stesso usato da siti come facebook e flickr).

http://www.radicali.it/invita

Diego, Mihai, Simone
Staff Lista Bonino Pannella

P.S. oltre a usare radicali.it/invita puoi inoltrare questa email ai tuoi contatti

Bibliologia

Una dedica imponente, dalla grafia rotonda e adolescentemente femminile, che cerca spazio e se lo prende. E sì, ti è dato fare, affiancarti, spingere, appoggiare.

La bibliologia ringrazia tutti coloro i quali si sono prodigati e si prodigano con costanza di cuore e intelletto nella inesausta ricerca delle terre di nessuno, laddove sono stati dispersi i barboncini, quei tristi e vaporosi padroni di minime cucce.

Altresì la bibliologia è attenta nel riaffermare il principio secondo cui – dato l’istinto antropofago, di diretta emanazione sessualistica – ogni pratica scrittoria venga severamente sottoposta a tempeste stellari, inoculate tramite aghi lirici nell’uno o l’altro orecchio, onde evitare i febbrili e soffocanti assalti della pena, apparentemente irrigidita nel sottovuoto del rosso-passione.

Il libro deve essere smembrato, odorato fin nel midollo. Quindi dimenticato, come gli anni che passano.