Gianluca D’Andrea legge “Al mondo” di Teresa Zuccaro

L’UMILTÀ AMBIZIOSA: l’onestà delle parole

La lettura di una nuova raccolta di versi porta sempre ad uno straniamento, l’affermazione vale soprattutto per un’opera prima perché il lettore partecipa allo svelamento di un mondo “nuovo“ che inconsapevolmente colpisce zone in precedenza nascoste, appunto velate.
Nessuna eccezione per “Al Mondo”, anche se occorre precisare che lo spaesamento iniziale si mantiene durante la lettura, componimento dopo componimento.
Mi accingo a scoprire “un mondo” che mi rende partecipe della mia estraneità.

continua su http://www.nabanassar.com/almondo.pdf

Un pensiero riguardo “Gianluca D’Andrea legge “Al mondo” di Teresa Zuccaro

  1. Teresa Zuccaro è nata ad Ispica (RG) nel 1968, vive e lavora a Firenze. Ha pubblicato alcune poesie nell’antologia Nodo sottile 3, Crocetti, Milano 2002, e la raccolta “Al mond”, inizialmente nel volume collettivo “La coda della galassia”, Fara, Sant’Arcangelo di Romagna, 2005, poi in versione autonoma e ampliata per Sinopia, Venezia, 2006 (premio di poesia Diego Valeri, IX edizione).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...